D.A.E. ……IL CUORE CI STA’ A CUORE…..

DECRETO BALDUZZI: DAL 31/12/2015  VI E’ L’OBBLIGO DEL DEFIBRILLATORE SEMI AUTOMATICO (D.A.E.)  E DEL PERSONALE QUALIFICATO PER IL SUO UTILIZZO.

PER TUTTE LE SOCIETA’ SPORTIVE DILETTANTISTICHE, IN CASO CONTRARIO NON SARA’ POSSIBILE EFFETTUARE ALLENAMENTI O PARTITE.

 

Per chi viene colpito da arresto cardiaco, ogni minuto che passa diventa “letteralmente ” di vitale importanza!.

In soli 60 secondi infatti, si abbassano del 10%  le probabilità di sopravvivenza; dopo 5 minuti, queste, si riducono in modo allarmante del 50%………

In media, ogni anno una persona su mille viene colpita da questa patologia e solo il 2% riesce a sopravvivere.

Questo fà capire quanto sia essenziale agire tempestivamente per ridurre al minimo il rischio di morte…..

E’ di triste attualità nelle pagine di cronaca, leggere di sempre più atleti che hanno avuto un infarto durante partite o allenamenti in varie attività sportive.

Questo avviene in ambito  professionistico dove per la maggior parte dei casi vi sono controlli e visite mediche metodiche, i quali servono ai dirigenti delle varie società per tutelarsi sia economicamente che penalmente.

Figuriamoci nel livello dilettantistico dove vi sono visite medico-sportive sì valide,  ma per nulla metodiche…

Perchè questi controlli fatti da medici esperti non bastano? come è possibile che in questi anni fatti di tecnologie all’avanguardia e di strumenti sempre più precisi vi siano ancora sportivi ritenuti sani e invincibili che muoiono di infarto sui campi?

Lasciando perdere le cause dovute all’assunzione di farmaci dopanti, nel settore dilettantistico bastano semplici visite medico sportive che con ecografia e elettrocardiogramma risolvono la maggior parte dei dubbi per quello che riguarda la maggior parte dei difetti cardiaci, ma vi sono delle patologie (magari congenite ), che hanno bisogno di altri esami specifici e che non vengono riscontrati facilmente.

Basti pensare che fino a pochi anni fà per quello che riguarda i bambini dai 5 ai dodici anni che effettuavano sport a livello non agonistico bastava un semplice nullaosta pediatrico di sana e robusta costituzione che nella maggior parte dei casi veniva fatto per via telefonica senza nemmeno controllare il bambino; nessun elettrocardiogramma, nessuna ecografia….

Per fortuna oggi le cose sono  migliorate un pochino  e per poter effettuare una qualsiasi attività sportiva è necessario un certificato medico sportivo che concerne questi esami e che permettono se non altro un controllo più accurato sulla loro salute.

Poi vi sono da tenere in conto altri fattori esterni come l’alimentazione e problemi di sovrappeso o i difetti ereditari; per non parlare del fatto che potenzialmente l’infarto (raramente per la verità ma è possibile) colpisce persone ritenute sane e con un cuore in perfetta forma.

Non sono un medico pertanto inutile entrare nello specifico….E’ un fatto però, che questa patologia avviene in soggetti ritenuti sani molto più spesso di quello che si possa immaginare!!!.

Anche un semplice colpo abbastanza forte può provocare una fibrillazione del cuore e pertanto provocarne un suo improvviso arresto.

 

Finalmente dopo i fatti di cronaca degli ultimi anni si è capito il problema e si è deciso di intervenire anche in campo sportivo dilettantistico , obbligando tutte le società ad avere un defibrillatore in campo per ridurre al minimo i rischi.

La nostra città a tal proposito si è mossa per tempo grazie al progetto ” NOVARA CI STA’ A CUORE” , promossa da alcuni enti che ne hanno permesso la realizzazione: ( OSPEDALE MAGGIORE DELLA CARITA’, FONDAZIONE BANCA POPOLARE DI NOVARA, CROCE ROSSA ITALIANA E FONDAZIONE COMUNITA’ NOVARESE).

Anche la POLISPORTIVA SAN GIACOMO ha aderito a questo progetto, che ha permesso alla nostra società di mettersi in regola con la legge ma, cosa più importante, ha fatto sì che dal 01/01/2016, in ogni partita casalinga sul nostro terreno di gioco vi sia un defibrillatore per la sicurezza dei nostri ragazzi e di tutti coloro che vengono a vedere le partite.

Ho ribadito più volte il concetto di cosa rappresenta per la SOCIETA’ SAN GIACOMO, per tutti coloro che ne fanno parte… Genitori compresi…….Nel caso non lo sapeste…..andate a leggere i precedenti articolii!!!

La possibilità di essere tra i primi ad avere questa “Fortuna” tra le società sportive dilettantistiche di Novara, è dovuta proprio alla favolosa collaborazione con i genitori che con una colletta comune e la continua ricerca di fondi presso parenti e amici ( alcuni hanno allestito delle cassette per donazioni con tanto di sciarpa e stendardo della San Giacomo in bar e ristoranti ); tutti hanno capito l’importanza di queso progetto!.

In poco meno di due mesi, abbiamo raccolto i soldi necessari per aderire all’iniziativa, per avere in men che non si dica un defibrillatore nuovo di zecca e di assicurarsi, grazie al progetto “Novara CI STA’ A CUORE”, la sua manutenzione negli anni e i corsi necessari per addestrare gli addetti al suo utilizzo.

Grazie di cuore a tutti coloro che hanno capito di questo piano di sicurezza aderendo a questa iniziativa!.

Se oggi abbiamo un defibrillatore che rende più sicura la sicurezza dei nostri ragazzi, è grazie a tutti voi che li avete a CUORE, e di conseguenza avete a CUORE  la San Giacomo che ha  a CUORE il loro futuro e lo interpone davanti a ogni altra cosa!.

 

Questi soldi spero siano per tutti noi il peggior investimento mai fatto…..OVVERO….spero non ci sia mai il bisogno di usarlo,  di vedere questo defibrillatore perire nel tempo….mettendolo nel dimenticatoio….Ma intanto da noi c’è…….La SAN GIACOMO ha il CUORE in pace

perché ha messo in sicurezza il CUORE dei ragazzi…….

Possiamo effettuare le partite casalinghe in totale serenità, (si tenga conto che, chi è sprovvisto di defibrillatore dal primo Gennaio 2016 e del personale qualificato, non potrà effettuare nè partite nè allenamenti!)

Le vittorie sportive rendono forti, danno notorietà, portano sponsor e entrate economiche;

I RAGAZZI DELLA SAN GIACOMO  SONO IMBATTIBILI PERCHE’ METTONO IL CUORE IN OGNI COSA CHE FANNO!!!!

 

 

Ciao e alla prossima!!!

 

 

 

 

 

 

D.A.E. ……IL CUORE CI STA’ A CUORE…..